22 marzo 2017

Fantanatura // Un'idea semplice per un giardino poetico

Chi non ha pane, ma compera fiori, è un poeta. [Proverbio Turco]
Una frase trovata navigando su internet e una vecchia tavola conservata non si sa mai potesse servire: sono solo questi gli ingredienti per un piccolo decoro da giardino che dà un tocco di poesia, semmai ce ne fosse ulteriore bisogno, in mezzo ai fiori.

In questo modo, tutto in stile Fantanatura, do il mio personale benvenuto alla primavera.
Sì, ti stavo aspettando.

Che cosa serve:

  • base di legno;
  • colori acrilici;
  • flatting.

20 marzo 2017

Guarda bello! // Capitolo 6

Lunedì 20 marzo, terzo lunedì del mese.
Che cosa significa? Che oggi è il giorno della mia rubrica Guarda bello!
Guarda bello! è una raccolta di piccole ispirazioni non collezionate su Pinterest né salvate su Facebook, ma trovate semplicemente in giro. La rubrica nasce per raccogliere tutti quegli scatti, spesso non bellissimi, nati sull'onda di una meraviglia assoluta, sull'onda di un'improvvisa voglia di creare qualcosa di simile, sull'onda di un'ispirazione, di due occhi spalancati, di un'esclamazione: Guarda bello! Una rubrica che tenta, in questo tempo quasi soltanto digitale, di essere il più fuori dagli schermi possibile.
Tra Toscana, Emilia RomagnaMontepulciano e Casa Shop, questo appuntamento figlio di folgorazioni casuali è giunto alla sua sesta puntata, dedicata totalmente alla Pasqua.
Alcune dei momenti immortalati in questo post giacevano addormentati nel mio telefono addirittura dall'anno scorso! Forza, è ora di togliere loro la polvere!
La prima idea è tutta di pasticceria: un nido pasquale all'interno di un ciambellone, un piccolo dettaglio per rendere speciale un preparato semplice, che anche la peggiore cuoca può riuscire a impastare.

17 marzo 2017

Piccoli Gesti 2017, cap.2: #lamiabuonastella

Continua il mio percorso interiore, guidato da Enrica Mannari; continuano quei Piccoli Gesti che in questo anno mi aiuteranno con colori, lettere e immaginazione, a mettere a fuoco potenzialità e limiti.

La prima puntata di gennaio è qui, con il suo zoom al centro del cuore.
A febbraio, dopo aver riempito il cuore di cose belle appunto, Enrica ci ha spinto a guardare in su, o forse ancora più dentro di noi, fino al nostro cielo, costellato di stelle più o meno luminose alle quali ci ispiriamo, durante il nostro cammino.

Quella che segue è la mia buona stella di questo anno, che presuppone molto, moltissimo, lavoro da parte mia.