1 settembre 2016

# zapping

L'Ely curiosa

Sono sempre rimasta fedele alla mia meraviglia. [Alda Merini]
Settembre è un libro che profuma di nuovo, ficco il naso tra le pagine sorridendo. 
Inspiro. 
Ci sono dentro tutti i primi giorni di scuola, lo zaino tenuto su entrambe le spalle, i capelli raccolti.
Espiro. 

Settembre ha tramonti bellissimi, dall'alto della mia campagna do sempre un'occhiata a Ovest la sera, quando il cielo si tinge di rosso e il sole scompare dietro l'Amiata, in lontananza.
Inspiro.
Ci sono dentro tutte le ore di vendemmia, le canzoni stonate da una filara all'altra, le amate sciarpe ritirate fuori, perfino le pantofolone che non possono certo competere con le infradito.
Espiro.

Settembre è la voglia che torna di accendere il forno, il piumino rimesso sul letto, le mani che non sudano più per fare l'uncinetto.
Inspiro.
Ci sono dentro tutte le candeline soffiate: quest'anno saranno 26, un'età intermedia un po' come è questo mese, a cavallo tra l'estate e l'autunno; una mezza stagione, anche la mia: tra la spensieratezza e la responsabilità.
Espiro.

Settembre è la necessità di iniziare nuovi quaderni, di dare l'avvio a nuovi progetti.
Nel 2016 settembre è l'apertura di questo blog, al quale vorrei lavorare per far sì che diventi uno spazio in grado di rappresentarmi al meglio, che rappresenti al meglio tutto quello che amo più fare.

Mi chiamo Elisa e sono molto curiosa. Se dovessi scegliere un aggettivo, uno soltanto, per descrivermi non ne sceglierei un altro. Finora sono stata molte cose, tutte molto diverse tra loro, forse ho un unico collante per tutte le mie sfaccettature: la curiosità, appunto.  A me piace pensare che sia l'ingrediente che ci tiene vivi, vivi nel vero senso del termine. La curiosità e l'amore, tutto il resto è secondario.


Da alcuni anni mi diverto molto a navigare su internet alla ricerca di idee, spunti, ispirazioni. Ci sono vari blog che leggo assiduamente da tanto tempo, credo non ci sia cosa più bella di condividere, senza invidia e gelosia, le proprie scoperte e le proprie passioni, perciò in questo settembre ho preso coraggio e ho fatto quello che sognavo di fare da diverso tempo: aprire un blog creativo tutto mio.
Non sarà uno spazio monotematico, perché io non lo sono affatto: la curiosità si è declinata in tanti modi diversi. Pian piano ho intenzione di riempire questo spazio vuoto di tanto, tantissimo colore.

Apro questo blog per divertirmi, innanzitutto; poi per riordinare e condividere le mie creazioni; infine, e forse è questa la cosa più importante, apro L'Ely curiosa perché ho capito con un po' di ritardo che lavorare con le mani è bello, che non c'è cosa più dignitosa di un'altra, che fare l'uncinetto non è da vecchie e che sono felice così, con la mia vita un po' all'antica, in mezzo al verde, senza discoteche, senza rientri mattutini. Lo devo alla ragazzina che ero, che dieci anni fa si faceva tanti problemi per certi suoi aspetti caratteriali "fuori dalla normalità", si chiudeva in se stessa e spesso lasciava agli altri quello che gli altri volevano. Ora però sono grande, quasi, ora non ho più paura di me, delle mie scarpe sporche di vernice, dei miei gomitoli intrecciati. Non ho più paura di quella che sono, ora mi voglio bene e questo angolo è un regalo mi faccio.

Buona lettura e viva, sempre, la curiosità!

Nessun commento:

Posta un commento

Follow Us @soratemplates