15 novembre 2017

Babbo Natale amigurumi

novembre 15, 2017 0 Commenti
La prima volta che ho avuto la netta percezione che con l'uncinetto avrei potuto creare cose bellissime è stata quando, anni fa, seguendo lo schema trovato su una rivista di amigurumidalle mie mani è nato uno splendido (e inaspettato per la mia tecnica di allora) Babbo Natale.
Tutti quelli che lo vedevano mi dicevano che, insomma, sapevo che cosa regalare loro a Natalespesso li ho ascoltati, replicando questo Babbo Natale anno dopo anno, fino a che ormai è tra gli addobbi di tutte le case di amici e parenti.
Non mi ha mai stancata, sebbene io non ami replicare sempre lo stesso lavoro.
Lo scorso dicembre l'ho regalato a mia sorella, per la gioia della mia nipotina, e a mia cognata. Quest'anno ancora non so in quale camino scenderà, ma di certo ho tutta l'intenzione di proseguire con quella che oramai è una vera e propria tradizione.
Se vuoi vederlo scendere anche a casa tua, puoi trovare il mio Babbo Natale tra gli scaffali natalizi della Cartolelya, qui.
Il mio Babbo Natale amigurumi misura una ventina di centimetri ed è lavorato completamente a mano con la lana.
E tu, hai già pensato a che cosa chiedere all'omone vestito di rosso con la barba bianca? Mmmm...io ancora no a essere sincera! Sono più preparata su quello che voglio fare agli altri...

Bacetti belli,
buona giornata curiosa!

Stai cercando altre idee natalizie da fare con l'uncinetto? Ecco quello che puoi trovare sul blog:
Come fare una stella all'uncinetto
Come fare un'albero di Natale all'uncinetto.

13 novembre 2017

Tavola di Natale: calze della Befana portaposate e segnaposto

novembre 13, 2017 0 Commenti
Dopo aver visto come fare un calendario dell'avvento di carta, come rendere speciale il packaging di piccoli doni con le exploding box natalizie e come fare un dolcissimo biglietto con orsacchiotto dondolante, passiamo a un altro lato che amo particolarmente del Natale (e di ogni festa in generale): la tavola.

Bada bene: da brava bilancina guardo molto all'estetica, ma di certo non solo a quella! Guai a trovare un apparecchiamento da sogno per poi non mangiare niente! 

Da qui a Natale proporrò anche alcune ricettine gustose e carine, ma per il momento la priorità la do alle decorazioni, per le quali serve più tempo e bisogna giocare d'anticipo. Spero sarai d'accordo con me. 
Oggi l'idea che propongo è quella di una calza della Befana vestita da portaposate-segnaposto per una tavola natalizia simpatica e informale. Queste calzette hanno decorato la tavola di casa mia l'anno scorso e hanno avuto un gran successo!
Per farle occorrono:
  • pannolenci rosso e bianco;
  • nastrino bianco e rosso;
  • decorazioni natalizie in pannolenci adesivo;
  • colla a caldo.
Realizzarle non è complicato, basta unire due strati di pannolenci rosso, ritagliare le calzette fissandole con gli spilli e cucirle tutto intorno, lasciando aperta ovviamente la parte centrale.
In alto ho incollato con la colla a caldo una striscia di pannolenci bianca e, sul davanti di quest'ultima, un nastrino sempre nei toni del bianco-rosso.

Infine ho applicato una decorazione natalizia in pannolenci adesivo in basso.
Se vuoi che realizzi io per te le calze della Befana segnaposto e portaposate puoi trovarle anche in Cartolelya, qui.
Stai cercando altri segnaposto per la tavola di Natale? Ecco alcune idee:

8 novembre 2017

Biglietto di Natale spinner card con orsetto che dondola

novembre 08, 2017 2 Commenti
Buongiorno e buon lunedì curioso a tutti!
Non so la vostra, ma la mia camera-laboratorio è in pieno caos creativo, probabilmente mi vedrete presto in una puntata di Sepolti in casa, sommersa da ritagli di carta, gomma crepla, porporina, fili di colla a caldo impigliati in ogni dove. 
Ah, che bello il periodo che precede il Natale! No, non lo sto dicendo in senso ironico, lo penso proprio.

Inutile dire che tutti tutti tutti i prossimi post saranno a tema rigorosamente natalizio, oggi è il turno di un biglietto che ho particolarmente amato. Si tratta di una spinner card dai toni del rosso, molto dolce e coccolosa. Non è bellissimo questo orsacchiotto?
Sì che lo è. 

Come ho già spiegato quando ho parlato del biglietto a tema calcistico un mese fa (questo era il post), una spinner card è quella in cui è presente un elemento mobile: nel caso del biglietto di oggi a muoversi in orizzontale è l'orsacchiotto col cappello di Babbo Natale che è aggrappato alla palla dell'albero. A spostarsi è l'insieme dei due elementi.
Per realizzare questo biglietto occorrono:
  • cartoncino bianco;
  • cartoncino rosso;
  • gomma crepla glitterata argento;
  • nastro biadesivo spessorato;
  • un nastrino;
  • ritagli e brillantini vari;
  • un centesimo;
  • carta lucida rossa adesiva;
  • colla;
  • colori.

Per la creazione della copertina procedere come mostrato nella foto sottostante.
Il biglietto è disponibile anche in Cartolelya, a questo link.
Bacetti belli, ci rileggiamo mercoledì!

6 novembre 2017

Le exploding box di Natale della Cartolelya

novembre 06, 2017 0 Commenti
Di questi tempi un anno fa ero sommersa di carta, il mio habitat ideale praticamente, reso ancora più confortevole e felice dal fatto che si trattava addirittura di carta natalizia: meglio di così per me non esiste!

Di questi tempi un anno fa stavo dando vita alla novità dello scorso Natale: una serie di exploding box natalizie che mi erano state commissionate. Quest'anno le ho scelte come creazione per la mia nuova Cartolelya.
Le mie exploding box di Natale sono cubi di lato 7,5 cm con una doppia funzione: da un lato sono un bellissimo packaging per piccoli doni e dall'altro, una volta tolto loro il coperchio, diventano degli splendidi biglietti d'auguri.
La struttura è realizzata con un cartoncino rosso, bianco o celeste

Le pareti esterne sono decorate con carta da regalo a tema, un fiocco oro, rosso o argento e una piccola tag chiudipacco rifinita con un nastro sempre natalizio.
Internamente le exploding box di Natale presentano ben cinque facciate lavorate: al centro un "Buon Natale" di porporina e tutto intorno diversi soggetti (pupazzi di neve, alberi di Natale, stelle, renne...). 
Le alternative per la decorazione dell'interno delle exploding box sono davvero molte, tutte presenti in Cartolelya, insieme a moltissime altre creazioni di Natale!

2 novembre 2017

Minialbum fotografico per un calendario dell'avvento fatto a mano

novembre 02, 2017 0 Commenti
Quando inizia novembre, nella mente perversa di noi creativi, un allarme comincia a suonare ininterrottamente: accompagnato da campanellini e din don dan, l'allarme ci dice che ogni giorno è un giorno in meno per fare addobbi/regali/biglietti per il Natale e che proprio non c'è tempo da perdere.

Questo preambolo contiene in realtà un annuncio.
Essendo iniziato novembre ed essendo creativa nell'anima, mi sento più che legittimata a parlare di Natale.

Il primo post natalizio dell'anno è dedicato a una mia grande passione: i calendari dell'avvento fatti in casa, in questo caso con la carta come materiale principale.
Il calendario dell'avvento che vi presento oggi non è altro che un minialbum fotografico. L'ho regalato l'anno scorso ad Archimede, dimostrando un romanticismo che lui, poverino, non credeva certo potessi avere. Stupirlo mi diverte sempre un sacco.

Il senso dell'album è questo: per ogni giorno c'è una tasca con una foto da girare per rimembrare un momento trascorso assai carino.
Love is in the air, soprattutto a dicembre e soprattutto con questo calendario dell'avvento qui.
Non posso dire che la sua realizzazione sia proprio semplice semplice, tutt'altro. Io mi sono lasciata aiutare dal video tutorial di Pink&Fun.

Partendo da questo video ho creato la struttura.

Per lo scheletro della copertina ho ritagliato due rettangoli di cartoncino duro (tipo il fondo degli album) da 18x13 cm e uno da 4x13 (per il dorso).
Per la parte esterna della copertina ho utilizzato un quadrato di cartoncino natalizio, con le renne, di lato 19 cm e un cartoncino rosso per il dorso e il retro del minialbum (28x19 cm). In alternativa avrei potuto usare un unico cartoncino da 47x19 cm oppure, ancora, due pezzi da 19x19 cm e un rettangolo per il dorso da 9x19 cm.
Ho cercato di sintetizzare il procedimento per la costruzione del minialbum d'avvento nella foto successiva.
A questo punto io ho scelto di inserire un elastico piatto bianco per tener chiuso l'album.
L'ho inserito nel retro come mostrato di seguito.
La copertina è quasi finita. A questo punto non resta che applicare il cartoncino interno, un rettangolo di 40x12 cm, io ne ho scelto uno celeste.
Infine bisogna piegare la struttura così formata, per darle già l'aspetto di un libro.
A questo punto passiamo alle pagine, in particolare alla struttura che le terrà unite, permettendo di sfogliarle senza inciampi.
Per realizzarla occorre partire da quattro pezzi di cartoncino (nel mio caso celeste), di varie dimensioni:
- 6,5x12 cm, da piegare a 1,5 cm dai bordi (spazio centrale 3,5 cm);
- 5,5x12 cm, da piegare a 1,5 cm dai due bordi (spazio centrale di 2,5cm);
- 4,5x12 cm, da piegare a 1,5 cm dai bordi (spazio centrale di 1,5 cm);
- 3,5x12 cm, da piegare a 1,5 cm dai bordi (spazio centrale di 0,5cm).
Una volta che avremo i quattro pezzi procedere con forbici e biadesivo come mostrato nella foto successiva.
Il minialbum è composto da otto pagine (sedici facciate), per farle occorrono otto rettangoli di cartoncino (nel mio caso sempre celeste) da 34x12 cm, da piegare a metà.
Ogni pagina va attaccata alla struttura centrale del minialbum.
Finalmente siamo giunti alla parte più divertente: la decorazione!
Io ho ricoperto i bordi di tutte le pagine con un washitape dorato, poi ho incollato ad ogni pagina un rettangolo di carta da regalo natalizia di varie fantasie.
Alla fine ho reso il minialbum "giusto" per le mie esigenze, cioè l'ho fatto diventare un calendario dell'avvento con una foto al giorno. Come ho fatto? Semplice!
Affinché le 16 facciate disponibili riuscissero a contenere 24 foto ho dovuto creare 8 tasche grandi da 15,5x4,5 cm e 16 tasche più piccole da 7,7x4,5 cm.
Nelle tasche grandi ho inserito un cartoncino da 13,5x9,5 cm, sul quale ho incollato una foto di 13x9 cm.
Nelle tasche piccole, invece, ho inserito un cartoncino da 5,5x9,5 cm, sul quale ho attaccato una foto di 7,5x4,5 cm.
Tutto qui! A questo punto il calendario dell'avvento fai da te di carta è prontissimo per essere sfogliato giorno dopo giorno: 24 momenti felici per arrivare al Natale più innamorati che mai!

Nel caso in cui il lavoro per realizzare un calendario dell'avvento così ti sembri eccessivo ne trovi uno quasi uguale nella mia Cartolelya, puoi vederlo a questo link.

Felice novembre!

30 ottobre 2017

Come fare una zucca di Halloween origami

ottobre 30, 2017 2 Commenti
Eccoci qui, giunti già all'ultimo post di ottobre, l'ultimo utile per creare una decorazione last minute per Halloween.
Sì, esatto: c'è ancora tempo per fare un addobbo con le nostre mani. Bastano qualche foglio di carta e una decina di pieghe e...tadaaaan! La zucca di Halloween origami sarà completata!
Pronta per finire su un cartoncino segnaposto oppure sulla nostra ghirlanda, quella che abbiamo iniziato la scorsa settimana a popolare di simpatici personaggi che vorrebbero far paura e invece...

Per chi si fosse perso le puntate precedenti:
- in questo post abbiamo imparato a fare i fantasmini origami;
- in quest'altro addirittura i pipistrelli, sempre origami.

Oggi, finalmente, tocca a lei! L'abbiamo fatta a uncinetto, l'abbiamo realizzata coi bicchieri, oggi la costruiremo semplicemente con un foglio di carta, sì, proprio lei, la regina della festa: la zucca!
Dopo aver preso un quadrato di carta arancione ed essersi procurati un pennarello nero, un ritaglio di cartoncino verde, forbici e colla, si procede alla creazione della zucca di Halloween origami come mostrato nella foto sottostante.
Ora non resta che dare alla zucca il suo posto nel mondo! Le mie sono finite così:
Buon Halloween! 

Qui sul blog ci rileggiamo a novembre, ci lasceremo alle spalle le idee spaventose di questo periodo per tuffarci quasi esclusivamente nella magia dei mesi che stanno arrivando. Ho un sacco di bellissimi post già pronti.
Non abbiate paura della porporina mi raccomando! 

25 ottobre 2017

Halloween fai da te: come fare un pipistrello origami

ottobre 25, 2017 0 Commenti
Continua la costruzione della ghirlanda di Halloween che abbiamo iniziato a fare lunedì.
Dopo aver visto come creare un fantasma origami, oggi tocca al secondo, simpaticamente spaventosissimo, protagonista: il pipistrello che ride, anche lui lavorato con la tecnica giapponese degli origami.
Per crearlo servono: un quadrato di carta nero, il bianchetto, le forbici e la colla.
Per fare il pipistrello origami basta seguire i semplici passaggi raccolti nella foto sottostante.
Anche in questo caso, niente di difficile.
Qualora ci fosse qualche passaggio poco chiaro non esitate a chiedermi spiegazioni nei commenti.

Buon lavoro!

p.s. lasciate lo spazio per le zucche nelle vostre ghirlande, lunedì arriveranno anche loro!

23 ottobre 2017

Halloween fai da te: come fare un fantasma origami

ottobre 23, 2017 0 Commenti
Buongiorno!
Come promesso nell'ultimo post, quello in cui vi ho mostrato come creare una zucca di Halloween coi bicchieri di plastica, anche oggi sono qui con un tutorial dedicato a questa festa di fine ottobre. 
Lo faccio sempre col sorriso, ché le cose spaventose e troppo insanguinate non mi piacciono proprio. Halloween, su questo blog, sarà festeggiato con decorazioni origami: il 31 saremo in grado di creare una ghirlanda come questa:
Niente di orribile, lo so, però addobba, anche se fantasmini, zucche e pipistrelli si fanno delle grosse risate il più delle volte.

Oggi ci occuperemo del primo origami di Halloween: il fantasma.

Per farne uno servono un quadrato di carta bianco, un pennarello nero e la colla
A partire dal quadrato seguire i passaggi mostrati nella foto seguente.
Niente di complicato, visto?

Io vedo bene questi origami sia, come ho detto all'inizio, per creare delle belle ghirlande decorative, sia, per esempio, come segnaposto.

La fantasia non ha limiti, sono sicura che di utilizzi questi fantasmini per niente spaventosi ne troveranno a decine!
Ci rileggiamo qui sul blog per imparare a fare pipistrelli e zucche origami
Buona giornata.

18 ottobre 2017

Come fare una zucca di Halloween coi bicchieri di plastica

ottobre 18, 2017 0 Commenti
Halloween non è una festa che mi ispira particolare simpatia. Odio gli horror, sono una fifona, se vedo il sangue svengo. Insomma: non fa per me. 
In ogni caso se c'è una festa da qualche parte, ebbene, lì ci voglio essere anche io. Preparare addobbi e decorazioni a tema è la mia missione! Ahahahah (risata di strega malefica, in tema appunto).

Stavo dicendo. 

Che ne dite di costruire una bella zucca? Non una zucchetta piccola come quella amigurumi dell'anno scorso (che comunque era molto carina), ma proprio a grandezza naturale, una zucca da fissare sul terrazzo, magari illuminata con una luce diversa da quella della candela. 
Sto parlando di lei!
La foto è pessima, lo so, chiedo scusa.
La zucca, però, non è male.

Che cosa serve:
  • circa 200 bicchieri arancioni;
  • spillatrice;
  • cartoncino nero, verde e bianco;
  • colla a caldo.

Come si fa
Costruire la sfera di bicchieri, partendo da due semisfere.

Per fare ogni semisfera bisogna prendere un bicchiere e spillargliene intorno altri sei, in questo modo avremo già due giri di bicchieri. Procedere nello stesso modo, spillando bicchieri lungo tutta la circonferenza, fino ad avere un totale di cinque giri. 

Questa sarà la prima semisfera.
Procedere nello stesso modo per ricavare la seconda.

La forma dei bicchieri, vi accorgerete man mano che andrete avanti col lavoro, determina spontaneamente la curvatura, senza particolari accorgimenti.
Le due semisfere, costruite separatamente, vanno poi unite a formare una sfera.

A questo punto siamo pronti per trasformare la nostra "palla arancione" in una zucca di Halloween
Come? 
Aggiungendo occhi e bocca, ricavati da un cartoncino nero e poi attaccati ai bicchieri con la colla a caldo. Attenzione a non metterne troppa altrimenti la plastica si scioglie.

Infine, in cima, applicare un picciolo e una foglia realizzati col cartoncino verde.

In alternativa, come ho visto al Conad qui vicino, in testa alla zucca si può mettere un bel cappello da strega!
Che ne dite? Non è spaventosamente simpatica?

Vi aspetto nei prossimi giorni per altri piccoli e semplici tutorial mostruosi!

16 ottobre 2017

Guarda bello! / Capitolo 11 [Di addobbi natalizi di legno]

ottobre 16, 2017 2 Commenti
Guarda bello! è una raccolta di piccole ispirazioni non collezionate su Pinterest né salvate su Facebook, ma trovate semplicemente in giro. La rubrica nasce per raccogliere tutti quegli scatti, spesso non bellissimi, nati sull'onda di una meraviglia assoluta, sull'onda di un'improvvisa voglia di creare qualcosa di simile, sull'onda di un'ispirazione, di due occhi spalancati, di un'esclamazione: Guarda bello! Una rubrica che tenta, in questo tempo quasi soltanto digitale, di essere il più fuori dagli schermi possibile.
Sì, ho guardato il calendario.
Sì, lo so che siamo alla metà di ottobre. 
Sì, so anche che è finita da poco l'estate e che sì, tutto sommato è ancora presto per vedere le vetrine dei negozi già con le lucine, proiettate verso il periodo più magico e scintillante dell'anno.
Però è anche vero che qui siamo tra creativi e che non è mai troppo presto per parlare di Natale, quando il Natale è essenzialmente fatto in casa (addobbi, regali e quant'altro).

Ero indecisa se continuare la mia rubrica mensile preferita con le ispirazioni valdostane (qui le cassette della posta che mi hanno lasciata a bocca aperta) oppure se rimandarle a gennaio e occuparmi, per i prossimi appuntamenti, di Natale
Dall'incipit del post credo sia chiaro dove ho deciso di andare a parare.

Oggi, forte delle foto accumulate l'anno scorso, quando ormai erano inutili per i miei Guarda bello! Ispirazioni in giro, ho preparato una raccolta di idee per addobbi natalizi di legno.
Il legno è un materiale che mi attrae, anche se non lo domino, non ho tecnica, non so bene come gestirlo. L'anno scorso ho sfruttato un'offerta settimanale della Lidl per comprare, finalmente, un seghetto alternativo: 25€ spesi benissimo, posso ben dirlo un anno dopo.
Chissà, forse questo Natale riuscirò perfino a farci dei regalini o anche soltanto qualche addobbo.
Chissà, magari prenderò ispirazione dalle piccole chicche protagoniste del Guarda bello! di oggi.

Col seghetto potrei per esempio ricavarmi delle sagome natalizie, bucarle col trapano e decorarle con acrilici, campanellini e porporina...
...oppure potrei trovare delle ruzzole di legno (con cui l'anno scorso avevo già costruito una mollettina chiudipacco) e, sempre con un po' di pittura e porporina, creare delle simpatiche decorazioni naturali per l'albero di Natale.

Di sicuro non riuscirò a costruire un pettirosso così carino, purtroppo.

Sempre rimanendo in tema legno, ma lasciando da parte il seghetto, moltissime decorazioni natalizie si possono fare partendo da dei semplici bastoncini. Guardate un po' qui...
...portacandele...
...alberelli...
...stelle!
Che ve lo dico a fare, io non vedo l'ora di mettere su Jingle Bells e imporporinarmi tutta! Non manca poi tanto ormai...

Prometto che sul blog di questioni di Natale per questo mese, ma solo per questo mese di ottobre, non se ne riparlerà più. 
Dal prossimo post tanti piccoli tutorial in tema con Halloween! Brrrr...che paura!

Follow Us @soratemplates