27 marzo 2017

# amigurumi # Pasqua

Come fare dei pulcini copriuovo all'uncinetto per la tavola di Pasqua

L'uncinetto mi appassiona da quando ero piccina. È stata la mamma ad avviarmi a quest'arte, insegnandomi le maglie base e poi il filet. In giro per casa ho molti quadretti su cui mi sono allenata: una madonna col bambino, un cigno, perfino un pagliaccio.
Ci sono stati anni, quelli del liceo in cui avevo altro per la mente, in cui ho accantonato questo lavoro manuale. 
L'ho ripreso intorno al 2009, quando dovevo fare alcuni centrini per mia sorella che si stava per sposare. Ricordo ancora l'incubo noccioline di un centro enorme che nessuno pensava avrei portato a termine, e invece sì.
Da lì è stato amore ogni giorno di più, complici a questo punto soprattutto due aspetti:
- internet, in cui ho capito che potevo fare l'uncinetto senza vergognarmi anche se avevo vent'anni;
- una raccolta di Fabbri Editore, grazie alla quale ho realizzato moltissimi accessori colorati e allegri.
Anche la mia mamma è stata felice di scoprire che quello dell'uncinetto è un mondo molto più grande del filet.

Tutta questa premessa per raccontare che il progetto di oggi è stato importante per il mio percorso, visto che l'ho realizzato proprio grazie a quella raccolta Uncinetto e Filet di cui parlavo sopra. 
È stata una di quelle creazioni che mi hanno spinto ad approfondire quest'arte, forse il mio primo lavoro realizzato in parte con la tecnica amigurumi.

Ora basta coi giri di parole (mannaggia a me e alla mia sintesi inesistente): oggi vi do un'idea per una tavola di Pasqua molto originale e di sicuro effetto: vi mostro come creare un pulcino copriuovo all'uncinetto. 
A casa mia li usiamo da anni per la tradizionale colazione (che sembra più un pranzo, ma non fossilizziamoci sui dettagli).
Che cosa serve

  • cotone giallo n°5;
  • uncinetto n° 2;
  • ritagli di pannolenci arancione;
  • due occhietti di plastica;
  • una striscia di cartoncino arancione.

Come si fa
Iniziare lavorando il corpo del pulcino.
Fare un anello magico.
1° giro) Lavorare, all'intento dell'anello magico, 6 mb. 
Procedere con la lavorazione amigurumi.
2° giro) 6 aumenti     (12 maglie)
3° giro) 12 aumenti     (24)
Dal 4° al 6° giro) 24 mb     (24)
7° giro) *1 aum, 1 mb* rip. per tutto il giro     (36)
8° e 9° giro) 36 mb     (36)
10° giro) *1 aum, 2 mb* rip. per tutto il giro    (48)
Dall'11° al 23° giro) 48 mb     (48)
24° giro) *1 mb, 1 mma, 1 ma, 1 ma doppia, 1 ma tripla, 5 cat, 1 m bassissima nella maglia seguente* rip. per tutto il giro.
Tagliare e fissare il filo.

Fare le ali.
Avviare 12 cat.
1° giro) 1 cat (=1mb), 10 mb nelle 10 cat, 3mb nell'ultima cat, proseguire sul lato opposto delle cat d'avvio e lavorare 10 mb nelle 10 cat seguenti, 2 mb nella cat seguente.
Proseguire con la lavorazione a spirale degli amigurumi.
2° e 3° giro) 1 mb in ogni maglia sottostante
4° giro) 3 mb, 1 mma, 1 ma, 2 ma doppie, 1 ma, 1 mma, 5 mb
5° giro) 1 mb in ogni maglia sottostante.
Cucire le ali ai lati del corpo del pulcino.
Incollare gli occhi e poi il becco, creato con un piccolo triangolo di pannolenci arancione.
Creare il ciuffo sopra la testa con dei piccoli pezzi di cotone giallo annodati all'anello magico iniziale.

Infine con una striscia di cartoncino arancione costruire un anello sul quale verrà appoggiato l'uovo sodo.

2 commenti:

  1. Che simpatici!
    Anch'io ho imparato ad uncinettare da piccola, grazie alla mia nonna, e ho proseguito con periodi di abbandono alternati ad intenso lavoro. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che qualcuno ce lo ha insegnato! Che donna sarei senza uncinetto??? Ahahaha

      Elimina

Follow Us @soratemplates